narrativa

A Imola, Una teoria di ombre

 

Una Teoria di Ombre

Martedì 28 febbraio saremo a Imola. E perché? Non per fiere e demo questa volta, e nemmeno per festeggiare il Martedì Grasso, ma per la presentazione del secondo romanzo pubblicato da Limana Umanìta, “Una teoria di ombre” di Valentina Zunino.

L’appuntamento, a cui vi consigliamo di non mancare, è alle 20:30 presso la Biblioteca Comunale in Via Emilia 80 a Imola, appunto.

Per chi ancora non l’avesse letto, e si trovasse da quelle parti (anche in maschera va bene uguale, tanto i veglioni non saranno ancora cominciati a quell’ora) questa è l’occasione giusta per scoprire il fantastico mondo ideato da Valentina. Un lavoro, il suo, durato anni, per dare credibilità a un worldbuilding che vi trascinerà in atmosfere che uniscono il gothic all’estetica orientale.

Già chiamarlo fantasy è riduttivo, ma chi conosce le nostre pubblicazioni sa che siamo sempre in cerca di qualcosa di diverso dai soliti cliché. Qua ci troviamo di fronte a un’investigazione attorno a un omicidio plurimo che nasconde un segreto ancor più profondo, intrecciato con la particolarissima (e pericolosa!) magia ideata da Valentina.

Ma inutile anticipare di più. Il libro lo trovate qui in cartaceo e qui in versione digitale.

Per tutto il resto ci vediamo in biblioteca per saziare la vostra curiosità.

 

Aspettiamo i vostri mondi fantastici

front (Duplicate)È di nuovo quel momento dell’anno… fuori fa freddo, cosa c’è di meglio che starsene a casa al calduccio e scrivere? Di certo a tutti quelli che hanno grandi storie da raccontare farà piacere sapere che, puntuale, torna il premio letterario “I mondi del fantasy”, giunto alla sua settima edizione!

Ancora una volta insieme agli amici di Scriptorama ci mettiamo alla ricerca dei migliori esordienti, dei narratori che sapranno conquistarci con le loro storie sorprendenti e magiche, tra fantascienza, mystery, horror, heroic… insomma in ogni salsa fantasy.
A soprintendere le operazioni di selezione, come sempre il caro draghetto, icona e mascotte del premio.

Per chi lo scopre per la prima volta cominciamo con un caloroso “Benvenuti!”
E poi qualche indicazione per partecipare.

Intanto potete leggere il bando qui.

E il consiglio è sempre quello di leggerlo con molta attenzione senza saltare nemmeno un passaggio.

È in particolare importante ricordare che:

  • i racconti con cui parteciperete devono essere inediti, quindi mai apparsi in forma integrale né in cartaceo (incluse fanzine, riviste, ecc.) né in digitale (inclusi blog, forum, pagine o profili Facebook, ecc.)
  • i racconti non dovranno eccedere le 18.000 battute di lunghezza, spazi inclusi (ma escluso il titolo). In questo caso Strumenti > Conteggio parole è l’operazione che vi garantisce l’aderenza a questo comandamento
  • gli incipit dei racconti partecipanti devono essere pubblicati sul gruppo Facebook del premio, che trovate qui. E questo significa che, come prima cosa, dovete iscrivervi al gruppo, operazione semplicissima, basta un click
  • i racconti vanno poi inviati in forma integrale alla segreteria del premio, di cui trovate l’indirizzo nel bando.

Una Teoria di OmbreQuesto è quanto: il premio è a partecipazione gratuita, il che significa che non dovrete pagare nessuna gabella per dare una possibilità al vostro talento. E diteci voi quanti premi gratuiti sono rimasti là fuori…
E in palio c’è la pubblicazione nell’antologia “I mondi del fantasy VII”, che vedrà la luce a ottobre 2017 e sarà presentata insieme agli autori al Lucca Comics & Games.

Non solo: “I mondi del fantasy” è anche un trampolino di lancio per la vostra carriera, o potrebbe facilmente diventarlo. È infatti l’unico mezzo di selezione adottato da Limana Edizioni per scovare gli autori da portare successivamente alla pubblicazione “in solitaria”. Abbiamo già scoperto e pubblicato i romanzi di Luca Simioni e Valentina Zunino, e se non li conoscete correte a leggerli! I prossimi potreste essere voi.

Ci si legge presto, e… in bocca al drago!

Lasciatevi avvolgere dall’ombra

copertina_72dpiAvete già visto che magnifica copertina? Tutto merito di Francesca Sasso del 48h Studio, che ha colto appieno le atmosfere di “Una teoria di ombre”, il prossimo romanzo di Limana Umanìta che uscirà per Lucca Comics & Games 2016. L’autrice, come forse già sapete, è Valentina Zunino, che ci ha emozionato nelle passate edizioni de “I mondi del fantasy”, regalandoci atmosfere dalla magia inquietante e favolistica a un tempo.
A dimostrazione che ci piace coltivare i talenti, eccoci dunque a pubblicare il suo romanzo, primo capitolo di una validissima trilogia fantasy (anche se il volume può essere letto a se stante) che vi lascerà con il fiato sospeso fino all’ultima pagina, perché non è mai possibile cogliere appieno cosa si nasconde nell’ombra…

Luca: Cominciamo tastando il polso dell’autrice. “Una teoria di ombre” è il tuo primo romanzo, la prima pubblicazione che esce con il tuo nome in prima di copertina. Provi più orgoglio o più paura per il confronto che ti appresti ad avere con i lettori?
Valentina: Più che paura è abissale terrore. Nelle antologie in cui ho pubblicato in precedenza potevo mimetizzarmi nel mucchio, invece qui è solo il mio “pargolo” a dover essere letto, valutato e criticato (ahimè). La mia speranza è che il libro nel suo insieme venga considerato abbastanza valido da far perdonare le imperfezioni.

L: Il mondo che delinei è concluso e perfetto in ogni suo aspetto, gotico ed esotico al tempo stesso, magico ma pericoloso. Vuoi dirci qualcosa di più sulle sue leggi, in particolare quelle che regolano la magia, appunto?
V: La magia nel mio mondo è incontrollabile e spietata. Ci sono naturalmente delle regole per manipolarla, ma nemmeno i maghi sono sicuri di quali siano, perché da secoli sono incapaci di comunicare correttamente con essa. È come se la magia avesse d’improvviso iniziato a parlare una lingua sconosciuta, e senza il corrispettivo di una Stele di Rosetta! Di sicuro nel crearla volevo applicare fino alle estreme conseguenze la legge biblica dell’occhio per occhio, infatti qualsiasi azione umana ha una sua immediata e spesso catastrofica reazione da parte del magico, soprattutto quando a soffrire è un animale: per questo i miei personaggi sono giocoforza quasi del tutto vegetariani, non hanno altra scelta.

L: Quali sono state le fonti di ispirazione per il mondo de “Una teoria di ombre”?
V: Sono una lettrice vorace, quindi non posso puntare il dito con sicurezza e dire “è stato questo o quello”. A volte a darmi l’ispirazione è bastata un’immagine o la frase di un libro o ancora il verso di una poesia, piccoli spunti che si sono incastrati insieme per dar vita a quello che è diventato il mio mondo. Premesso questo, di sicuro il “Genji Monogatari” è stato basilare nel creare l’atmosfera del mio romanzo. Per esempio il concetto di “direzione infausta” era tipico della società giapponese dell’epoca e mi ha sempre intrigato, non ho potuto fare a meno di “rubarlo”. Inoltre fin da bambina ho avuto una grande fascinazione per gli animali mitologici e per il folklore, una passione che ha dato origine alle “bestie-spirito” presenti nel mio libro.

L: E quali autori prediligi come lettrice?
V: La prima a venirmi in mente è di sicuro Ursula Le Guin, praticamente la venero! Mi piace anche molto Lev Grossman, un autore che ho scoperto per caso solo pochi anni fa e di cui adesso non riesco a star senza. Dovrò poi nominare Jane Austen, che continuo a rileggere senza mai stancarmi, e Antonia Byatt: il suo “Possessione” è un assoluto capolavoro.

L: Il romanzo è giocato su due misteri. Da una parte l’omicidio che dà il via alle indagini di Armindher, dall’altro il quesito che ha tormentato Isen negli ultimi anni della sua vita: perché le Nothyen nascono tutte con lo stesso volto? La componente thriller è sicuramente molto sentita. È un altro genere nel quale ti muovi a tuo agio?
V: L’ironia sta tutta nel fatto che ero convinta di aver scritto un romanzo fantasy a sfondo giallo, quindi che si sia rivelato un thriller mi ha lasciato basita. Misteri del subconscio.

L: Un esercizio da scrittore e promotore. Se dovessi descrivere il tuo romanzo in tre parole, quali useresti?
V: Dark. Fatalistico. Animalista.

L’autrice sarà con noi in occasione della conferenza stampa a Lucca, domenica 30 ottobre alle ore 10:45 in Sala Ingellis per parlare del suo romanzo.
“Una teoria di ombre” sarà in vendita presso il nostro stand al Lucca Comics & Games, padiglione Carducci, e online a partire da novembre.

Dalle ore 18 di lunedì 24 ottobre alle ore 12 di mercoledì 26 ottobre avete inoltre la possibilità di aggiudicarvi una copia omaggio del romanzo, partecipando al giveaway sulla nostra pagina Facebook. Che aspettate allora? E in bocca al lupo!

newsletter software