limana umanita

Non è come sembra!

Adesso guardate questa foto e ditemi: cosa vedete?

IMG_3380

Avete sbagliato!

Quelli che a un occhio distratto passano per i resti (di cibo e vettovaglie) e gli avanzi (umani) di un’abbuffata di un qualsiasi mercoledì sera, è in realtà il campo di battaglia dove ci siamo confrontati per dare vita ai giochi e ai mondi che continueranno a tenervi compagnia da qui ai prossimi anni.

Facendo tesoro di napoleonici insegnamenti, lasciamo che l’esercito di idee partorito dalla nostra mente viaggi su stomaci satolli. E ovviamente su chiacchiere e goliardate, ma quelle non le vedete nella foto.

La Storia è fatta anche di momenti come questi, che non compariranno mai in nessuna cronaca, e che pure rappresentano il sale del nostro lavoro, che non potremmo continuare a fare se prima di tutto non ricordassimo di essere (vecchi!) giocatori che non hanno smesso di divertirsi a fare ciò che fanno, e farlo insieme.

Sono nate molte cose attorno a quel tavolo. Ne sentirete parlare presto!

Non sono ringraziamenti ma sogni stortignaccoli

14877077_10209875404418444_374344880_n Lucca per me è la summa delle contraddizioni.
Non vedo l’ora ogni volta di andarci e puntualmente dopo nemmeno due giorni vorrei scappare a gambe levate.
È il momento dove il lavoro degli ultimi sei mesi è lì REALE sul tavolo, che la gente lo sfoglia e tu passi i tempi morti tra una spiegazione e l’altra a progettare con Riccardo il prossimo volume.
È la fiera delle cene, ogni sera in un posto diverso, quando io dopo le sette il resto dell’anno non tocco cibo.
Sono le partenze con il furgone pieno e la speranza di un ritorno con il furgone vuoto.
Anche questa volta Lucca mi ha messo davanti a una nuova contraddizione.
Ma una volta tanto sono felice che sia accaduto.
Denis e Eros hanno coronato un loro sogno, di quelli piccoli stortignaccoli come piacciono a me: hanno pubblicato con noi il loro primo gioco di ruolo.
In questo ultimo anno mi hanno chiesto un mucchio di consigli e io dal basso della mie competenze li ho aiutati come ho potuto.
14961352_10209719785982990_1260141628_nE non senza un pizzico di orgoglio spero di aver “insegnato” loro le basi per poter fare un buon GdR.
Poi è iniziata Lucca, e li ho visti all’opera.
Ho visto con quale facilità creavano empatia con le persone, li ho visti parlare con altri operatori del settore, come se fossero amici da anni. Ho scoperto che con altri erano già amici da anni.
Ho visto l’affetto che sono riusciti a creare verso il loro piccolo sogno e di come ogni persona che acquistava il manuale, prima ancora che ne scoprisse il valore, era già felice di poter contribuire a qualcosa di bello.
E io improvvisamente, dopo quasi dieci anni di fiera, ho scoperto che “questo” non lo avevo mai fatto, o per lo meno non con la loro naturale bravura.
E ho scoperto che avevo tanto da imparare, così da insegnante mi sono ritrovato ad essere “allievo”.
Lucca è anche questa contraddizione; sembra sempre la solita cosa, e finisce che ogni anno ti regala qualcosa di nuovo.

P.S. per la cronaca poi il furgone è tornato veramente vuoto…
Sì perché TUTTI i volumi che ci siamo portati sono stati venduti, e quelli rimasti sono partiti oggi per Torino.
Se fossi Eros o Denis direi: “veni, vidi, vici”.

Il vostro mondo non sarà più lo stesso

Adesso che ogni cosa è al suo posto, ogni volume è andato in stampa, posso tirare un respiro di sollievo, in attesa di farmi riacchiappare dal solito panico pre-Lucca che aspetta acquattato nell’ombra come il peggior incubo alieno. Almeno per ora però posso aggirarmi per la redazione con l’aria tronfia di chi non immagina nemmeno il pericolo che lo attende e con il sorriso enigmatico di una Gioconda.

BA Africa


Oppure posso rimettermi alla scrivania e parlarvi di una delle tante novità che vi aspettano a Lucca Comics quest’anno. Avete mai sentito parlare di Brass Age Africa? Se ci seguite su Facebook – e se non lo fate, che aspettate? – certo che sì, e avrete visto anche alcune immagini rilasciate in anteprima.


Gli autori Simone Fini e Riccardo Giuliani questa volta non si sono risparmiati, e per la terza espansione geografica del nostro gioco di ruolo d’ambientazione vittoriana hanno deciso di rivoluzionare completamente l’impostazione del volume, dando al setting un sapore unico, un misto di vita selvaggia, febbri malariche ed esotismo che vi regalerà una nuova esperienza di gioco.


L’Africa è l’ultimo scrigno dei misteri e dei segreti più leggendari. Questa è la culla dell’uomo, ma il suo cuore è rimasto isolato dalla civiltà, e visitarlo è come fare un viaggio agli albori della Storia. Per questo Brass Age Africa sarà un modulo incentrato sì su enigmi da dipanare e indagini da risolvere, ma sarà sopratutto basato sull’esplorazione, sulla scoperta di quanto di più misterioso il continente nasconde.


Non troverete Cospirazioni sul modello di quelle cui siete abituati, ma Luoghi da esplorare, che celano segreti in grado di far impazzire anche il più savio degli uomini o di ammaliarlo con il suo fascino esotico e pericoloso. Il Regno della regina di Saba, la Città degli Uomini Corvo, il Cimitero degli Elefanti sono solo alcuni dei posti leggendari i cui echi sono giunti fino a Londra. Qui abitano popolazioni non sempre amichevoli e che solo oggi scoprono cosa sia la “civiltà” e la cupidigia dell’uomo bianco. Se pensate di trovare solo dei selvaggi armati di lancia dovrete presto ricredervi, e vi invitiamo ad aprire gli occhi sui mille pericoli del continente nero prima che sia troppo tardi!


uomo-totem


In Brass Age Africa dunque troverete:

  • un nuovo approccio alle avventure di Brass Age

  • leggendari Luoghi da esplorare e artefatti da scoprire

  • nuove trame da dipanare, perché tutte le Cospirazioni del Vecchio e Nuovo Continente hanno i loro interessi in Africa e qui si combattono per conquistarne le ricchezze

  • dieci nuove Carriere per i vostri personaggi, tra cui l’Avventuriero, l’Uomo-Totem, il Negromante…

  • nuove armi ed equipaggiamenti

Brass Age Africa lo troverete ovviamente in anteprima allo stand Limana al Lucca Comics & Games e sul nostro negozio online a partire da novembre.


L’appuntamento per saperne di più è alla conferenza stampa in Sala Ingellis, domenica 30 ottobre alle ore 10:45, condotta da Luca Scelza di Isola Illyon. Non mancate!