Copie gratis? Sì, grazie

header_FB_conferenza_2016 copia

I giveaway stanno arrivando! Come sempre con l’approssimarsi di Lucca Comics, premiamo la vostra fedeltà con copie omaggio delle prossime pubblicazioni.

Come aggiudicarsele è facilissimo:

  1. iscrivetevi alla pagina Facebook Limana Umanìta

  2. mettete un Like E POI Condividete l’immagine della copertina che metteremo in evidenza in cima alla pagina

  3. … aspettate il giorno dell’estrazione per sapere se il vostro account è stato premiato con la copia omaggio!

Ecco il calendario dei giveaway da tenere d’occhio:

Da mercoledì 19 ottobre, ore 18:00 a venerdì 21 ottobre, ore 12:00 – Giveaway per Brass Age Africa. Estrazione venerdì 21, ore 19:00

Da venerdì 21 ottobre, ore 18:00 a domenica 23 ottobre, ore 12:00 – Giveaway per Ab Urbe Condita. Estrazione domenica 23, ore 22:00

Da lunedì 22 ottobre, ore 18:00 a mercoledì 26 ottobre, ore 12:00 – Giveaway per Una teoria di ombre. Estrazione mercoledì 26, ore 19:00

Che il facocero sia con voi!

Il vostro mondo non sarà più lo stesso

Adesso che ogni cosa è al suo posto, ogni volume è andato in stampa, posso tirare un respiro di sollievo, in attesa di farmi riacchiappare dal solito panico pre-Lucca che aspetta acquattato nell’ombra come il peggior incubo alieno. Almeno per ora però posso aggirarmi per la redazione con l’aria tronfia di chi non immagina nemmeno il pericolo che lo attende e con il sorriso enigmatico di una Gioconda.

BA Africa


Oppure posso rimettermi alla scrivania e parlarvi di una delle tante novità che vi aspettano a Lucca Comics quest’anno. Avete mai sentito parlare di Brass Age Africa? Se ci seguite su Facebook – e se non lo fate, che aspettate? – certo che sì, e avrete visto anche alcune immagini rilasciate in anteprima.


Gli autori Simone Fini e Riccardo Giuliani questa volta non si sono risparmiati, e per la terza espansione geografica del nostro gioco di ruolo d’ambientazione vittoriana hanno deciso di rivoluzionare completamente l’impostazione del volume, dando al setting un sapore unico, un misto di vita selvaggia, febbri malariche ed esotismo che vi regalerà una nuova esperienza di gioco.


L’Africa è l’ultimo scrigno dei misteri e dei segreti più leggendari. Questa è la culla dell’uomo, ma il suo cuore è rimasto isolato dalla civiltà, e visitarlo è come fare un viaggio agli albori della Storia. Per questo Brass Age Africa sarà un modulo incentrato sì su enigmi da dipanare e indagini da risolvere, ma sarà sopratutto basato sull’esplorazione, sulla scoperta di quanto di più misterioso il continente nasconde.


Non troverete Cospirazioni sul modello di quelle cui siete abituati, ma Luoghi da esplorare, che celano segreti in grado di far impazzire anche il più savio degli uomini o di ammaliarlo con il suo fascino esotico e pericoloso. Il Regno della regina di Saba, la Città degli Uomini Corvo, il Cimitero degli Elefanti sono solo alcuni dei posti leggendari i cui echi sono giunti fino a Londra. Qui abitano popolazioni non sempre amichevoli e che solo oggi scoprono cosa sia la “civiltà” e la cupidigia dell’uomo bianco. Se pensate di trovare solo dei selvaggi armati di lancia dovrete presto ricredervi, e vi invitiamo ad aprire gli occhi sui mille pericoli del continente nero prima che sia troppo tardi!


uomo-totem


In Brass Age Africa dunque troverete:

  • un nuovo approccio alle avventure di Brass Age

  • leggendari Luoghi da esplorare e artefatti da scoprire

  • nuove trame da dipanare, perché tutte le Cospirazioni del Vecchio e Nuovo Continente hanno i loro interessi in Africa e qui si combattono per conquistarne le ricchezze

  • dieci nuove Carriere per i vostri personaggi, tra cui l’Avventuriero, l’Uomo-Totem, il Negromante…

  • nuove armi ed equipaggiamenti

Brass Age Africa lo troverete ovviamente in anteprima allo stand Limana al Lucca Comics & Games e sul nostro negozio online a partire da novembre.


L’appuntamento per saperne di più è alla conferenza stampa in Sala Ingellis, domenica 30 ottobre alle ore 10:45, condotta da Luca Scelza di Isola Illyon. Non mancate!

Genesi e ascesa di Roma: dall’idea ad A.V.C.

gladiatore_color_backRieccoci oggi con la seconda parte dell’intervista ad Eros Simoni e Denis Orlandini (la prima parte potete leggerla qui), gli autori di una delle novità Limana Umanìta in programma per il prossimo Lucca Games 2016: “Ab Urbe Condita”, il GdR di cospirazioni, intrighi e giochi di potere ambientato nella Roma antica, al tempo dell’imperatore Adriano, che mutua molte concept rules da Brass Age e, come nella migliore tradizione Limana, si colloca sulla stessa linea temporale di questo (perciò anche di Project H.O.P.E.). Un universo quindi sempre più in espansione, che darà modo ai giocatori di esplorare una nuova ambientazione storica.

Luca: Come nasce il gioco? Di chi è l’idea, e chi sono state le vostre cavie… ehm… beta-testers!

Denis: L’idea era di Eros, erano già un paio d’anni che cercava di creare qualcosa, me ne ha parlato e io ho cominciato a buttar giù delle proposte. Da lì è nato tutto. Tra i miei tester posso annoverare, oltre ai mitici Riccardo Giuliani e Simone Fini, due dei peggiori tester della storia del GdR, il Curte e il Maestro Leo. Abbiamo giocato via Skype, è stato terribile. Curte sembrava trasmettesse da Marte e meno male che c’erano Riccardo e Leo a pianificare le cose, altrimenti gli altri due sarebbero ancora in giro a Chiusi a cercare una risposta al mistero del Trasimeno. Ciò che accadde quella sera me lo porterò nel cuore tutta la vita, era il 27 novembre, il mio compleanno, un venerdì, e ho avuto l’onore di far testare il mio/nostro gioco ai miei idoli del GdR.
Eros: All’interno dell’Associazione ludica Gilda del Grifone di Torino alcuni ragazzi scrissero un’ambientazione Antica Roma con idee eccellenti e altre rivedibili, ma il concept mi intrigò e iniziai a scrivere una prima stesura facendo alcuni test che però non furono molto proficui. Poi con le idee di Denis abbiamo creato questo prodotto e anch’io ho avuto le mie cavie, in associazione: giocatori di ruolo da ben 20 anni e in alcuni casi anche 30, quali Ferdinando Marzuoli, il presidente della Gilda del Grifone, Davide Murmura, a suo volta un ottimo creatore di GdR, Daniele Agliata, Giacomo de Carolis e Francesca Copperi, a cui sono seguiti altri tester, sempre in associazione, che hanno giocato con trasporto e soprattutto dandomi parecchi suggerimenti per completare lacune su alcune fasi di gioco o sulla creazione del personaggio.

GladiatoriL: Pianificazione rigorosa o caos creativo? Quale delle due ha predominato nella creazione del regolamento e nella scrittura dell’ambientazione?

D: Io sono molto pignolo di mio e amo pianificare tutto (ed è per questo che batto sempre Eros a Sword of Rome della GMT) però l’inizio di un qualcosa per quel che mi riguarda avviene in modo casuale. Ho bisogno di una forte ispirazione, se c’è è la fine.
E: Io sono esattamente il contrario di Denis. Io non pianifico. Quello che mi passa per la mente scrivo e butto giù, sarà per quello che anni fai ebbi un’idea per un romanzo storico e dopo otto capitoli mi sono fermato e da lì non riesco a muovermi. Credo che questa cosa ci completi parecchio.

L: Collaborazioni importanti per questa vostra prima opera?

D: Voglio cominciare da una persona, quella che ha interpretato al meglio le nostre idee e le ha trasformate in immagini splendide, come molti hanno già potuto vedere. La mitica Elisa Ferrotto, che si è sobbarcata la quasi totalità delle tavole e la copertina del manuale, e che noi non possiamo che ringraziare. Avremo anche tavole del maestro Andrea Longhi e di due cari amici, nonché grandissimi disegnatori, Simone Delladio e Laura Spianelli, che dovrebbero regalarci una mappa dell’Impero spettacolare. Tutto lo staff Limana ci ha aiutato e sostenuto in questa impresa e poi i due mostri sacri del GdR, Curte e il Maestro Leo: i loro consigli sono stati preziosi e fondamentali (ho passato una sera a Modena a prendermi i loro insulti, speriamo ne sia valsa la pena). Un ultimo ringraziamento lo volevamo fare anche a Gionata Dal Farra, che si è dimostrato un signore e una persona onesta e corretta.
E: Ha già detto tutto Denis. Io da parte mia posso citare il sostegno che ho ricevuto dalla Gilda del Grifone in toto, e dai miei compagni della Legio I Italica.

L: State già pensando a creare un brand, come Limana ha fatto per Project H.O.P.E. e Brass Age con delle uscite regolari?

D: Beh noi abbiamo già in preparazione altro materiale e volevamo creare delle uscite regolari, abbiamo anche intenzione, grazie al supporto della Gilda del Grifone, di indire tornei ed eventi legati al nostro gioco, visto che in associazione, a quanto pare, ha ottenuto un discreto successo.
E: Sì, ribadisco, il sostegno della Gilda del Grifone è importante, tanto che si sta pensando a un torneo GdR oltre che a far uscire avventure nel futuro.

vestaleL: Come l’hanno presa le vostre famiglie quando avete annunciato in pompa magna “diventeremo autori di giochi di ruolo?”. Sarebbero state meno dispiaciute se aveste detto loro che volevate diventare pianisti in un bordello?

D: Partendo dal presupposto che sono ancora in tempo per andare a lavorare in un bordello, i miei e sopratutto mio fratello (due lauree) sono rimasti piacevolmente colpiti, ma devo comunque ammettere che la mia prima fan è stata mia moglie, che mi ha sostenuto in ogni momento di difficoltà e ogni volta che mi veniva una crisi. E me ne sono venute molte, fidatevi.
E: Non molto da segnalare. Sfortunatamente sono l’unico nerd in famiglia e all’annuncio di questo evento mi hanno guardato e mi hanno detto “bravo” ma nulla di più. È andata meglio tra i vari amici, soprattutto con il buon Massimo Loprato, a cui si deve – per sfortuna di tutti – il mio ingresso nel mondo del GdR.

L: C’è ancora spazio per un ringraziamento e un saluto!

D: Grazie di cuore a tutti, comunque vada è stato un piacere
E: Mi accodo ai ringraziamenti e aggiungo: stiamo realizzando un sogno che era partito per gioco e che si spera possa diventare qualcosa di più.

newsletter software