Quelle gran menti creative…

Cosa c’entrano con Limana Umanìta il progetto di un gioco da tavolo di Simone Luciani e quello di una fiction Tv? Molto più di quanto pensiate!

 

Ma prima un piccolo passo indietro. Limana Umanìta, come i nostri più vecchi fan già sanno, è nata dalla passione di quattro amici che nei giochi sono cresciuti investendoci un’adolescenza di ruolate. Spinti dalla bruciante passione, decisero di creare un titolo proprio: ne nacque Project H.O.P.E., che nel 2008 venne presentato a Lucca Comics & Games. Debuttava così Limana Umanìta, riscuotendo un successo tanto grande quanto inaspettato, incontrando la prima fan base che ha sempre sostenuto con grandissimo calore ogni successivo passo della casa editrice.

 

Passi cadenzati da nuove pubblicazioni: un catalogo dalla crescita costante, anno per anno (almeno 2 nuove uscite ogni dodici mesi), fino al record del 2016 con ben 7 novità. Questo anche con l’aggiunta di una linea di narrativa di promettenti nuovi autori grazie alla collaborazione, dal 2010, con l’agenzia letteraria Scriptorama.

 

Nonostante il catalogo sempre più ricco, e pur mantenendo fede con costanza a tutti gli impegni presi con i propri giocatori – tra cui il compimento dell’arco narrativo di Project H.O.P.E., avvenuto lo scorso aprile al Modena Play con la pubblicazione di Apocalisse –, Limana ha sempre mantenuto la propria vocazione di “società di appassionati” che amano il proprio hobby a tal punto da crearne una piccola azienda per regalare ai giocatori originalità e coinvolgimento con i propri universi fantastici.

 

E proprio questa originalità non è passata inosservata. I nostri autori Riccardo Giuliani e Simone Fini sono oggi coinvolti in due progetti nei quali stanno investendo tutte le proprie forze.

 

Da una parte il progetto di un nuovo gioco di Simone Luciani, autore di numerosi titoli per il mercato dei boardgame e cardgame, di cui trovate il palma res qui (suo anche l’apprezzatissimo “The Voyages of Marco Polo”). Riccardo e Simone saranno co-autori del gioco, che avrà una forte componente narrativa, e responsabili della sua storyline e… no, scusate, al momento non possiamo dire di più!

 

Dall’altra c’è in ballo una fiction televisiva che parteciperà a una selezione nazionale. Simone è la mente alla base dell’idea e sta lavorando insieme agli sceneggiatori per la stesura degli episodi della prima stagione. Tutto top-secret per ora, ma state certi che la serie avrà un’impostazione e un dinamismo “all’americana” e contiene elementi di cultura nerd e geek… quando i nerd erano degli asociali sfigati! Ogni giocatore nato tra gli anni Settanta e Ottanta ritroverà se stesso, ne siamo sicuri.

 

Stando così le cose, e a fronte dei gravosi impegni a cui sono chiamati i nostri prodi, a costo di fare un dispiacere a molti, Limana Umanìta non proporrà uscite in ambito ludico per l’autunno 2017. L’alternativa sarebbe stata infatti quella di mandare gli autori in burnout e proporvi qualcosa di scadente o appena mediocre, il che non rientra proprio nelle nostre linee editoriali e avrebbe significato mancarvi di rispetto.

 

Sarà quindi una “stagione sabbatica”, in attesa di tornare a proporvi le migliori novità del 2018!

 

Per tutti questi motivi non avremo quest’anno uno stand al Lucca Comics. Saremo ovviamente presenti in fiera, e per la prima volta dopo 9 anni lo faremo da semplici visitatori! Se volete intercettarci e fare due chiacchiere, parlarci della vostra ultima campagna o chiederci consigli su come torchiare al meglio i PG del vostro party, ci troverete tra gli stand e potrete seguire i nostri spostamenti sulla pagina Facebook o invitarci a una (certamente necessaria) pausa caffè!

 

I nostri prodotti invece, come sempre, saranno presenti presso lo stand Raven, dove potrete trovare tutta la linea e tutte le espansioni.

 

Poi cercateci nella calca per reclamare un autografo!

Uno spettacolo meraviglioso, nessuno escluso

Modena_Play_2017_02 Modena Play sta a Lucca come il treno sta al razzo.
A Lucca tutto è frenetico, veloce, adrenalinico, rischi molto, e il confine tra il successo e il disastro è in un dettaglio. Tutto ciò che ti resta alla fine della fiera  è un turbinio di emozioni e ricordi confusi.
Play è l’opposto: si va piano, ci si prende i propri tempi, il viaggio è infinitamente più breve e anche se le cose dovessero andare male, non sarà mai veramente un disastro.
A Play ti godi il viaggio. E hai anche il lusso di goderti il paesaggio.
Il paesaggio siete voi, amici miei, che venite a trovarci.

 

Modena_Play_2017_01E come paesaggio siete uno spettacolo.
C’è il gruppo che gioca da anni e viene a fare la demo, e guai a scordarti una regola, che loro il gioco lo conosco meglio di te che lo hai fatto.
Ci sono i ragazzini cooptati non si sa bene da dove che non hanno idea di cosa sia un gioco di ruolo (e non sembrano aver voglia di scoprirlo) e poi  dopo un’ora si alzano eccitati, discutendo fitti fitti dell’avventura appena giocata.
Ci sono due meravigliosi sedicenni, che sembrano giocare da una vita e hanno una passione e una competenza, che io alla loro età me le sognavo.
Ci sono quelli che fanno dimostrazioni del tuo gioco e quasi nemmeno te lo dicono e se li vai a trovare per ringraziarli, finisce che sono loro a ringraziare te.
Poi ci sono quelli che arrivano prendono la nuova uscita, pagano e se ne vanno, quasi senza proferire parola, che pensi di avergli fatto un torto, salvo poi che il prossimo anno, la cosa si ripete puntuale.

 

Modena_Play_2017_03Siete un paesaggio strano, delirante e ogni volta sorprendente.

 

Però come in ogni viaggio che si rispetti, siete quello che rende il viaggio degno di essere fatto.

 

Ci si vede il prossimo anno.
Se per caso doveste sorprendermi a fissarvi, non preoccupatevi, non lo faccio con intenzioni strane, sto solo godendomi il paesaggio.

This is the end…

copertina-apocalisse-IMPIANTOTrattenete le lacrime, vi prego. Noi ci proviamo, ma annunciare il capitolo conclusivo di un progetto così lungo ci commuove. Togliamoci il dente allora: Project H.O.P.E. ha raggiunto il suo atto finale. Tutto quello che Simone Fini e Riccardo Giuliani hanno sempre voluto raccontarvi è ormai nero su bianco (e oggi più che mai dato che abbiamo ricevuto comunicazione dalla tipografia che i manuali sono pronti).

 
Apocalisse sarà la novità Limana per Play! 2017. Ma prima di questo, Apocalisse è l’atto finale di Project H.O.P.E. Dopo nove anni, due edizioni del manuale base, quattro ristampe e un seguito di otto espansioni, uno dei più longevi giochi di ruolo italiani porta a compimento la sua epica linea narrativa. Avete incontrato Meta-Umani i cui nomi risuonano come leggenda a ogni sessione di gioco: The Flag, Mind-Eye, Dr. Hope, St. Clare… e molti molti altri che vivono nelle pagine di Project H.O.P.E. e nelle sue espansioni così come in molte vostre avventure.
Da sempre abbiamo voluto regalare un setting affascinante e coinvolgente per i nostri giocatori, prima ancora che un semplice regolamento. Guardando il modo in cui è stato accolto PH dai giocatori possiamo dire di esserci riusciti.

 
playE adesso, con Apocalisse, la nuova espansione, Project H.O.P.E. arriva fino ai giorni nostri. Siete pronti a portare i vostri Meta-Umani nel tumultuoso XXI secolo? Il mondo è sull’orlo della catastrofe, ovunque guerre, carestie, crisi internazionali e umanitarie… proprio come possiamo vedere in qualsiasi telegiornale. Ma c’è di peggio in serbo per l’umanità: creature mostruose provenienti dallo spazio interdimensionale del Nessundove, dopo millenni di quiescenza, hanno trovato il modo per invadere la Terra e divorarla.

 
Vedremo allora il ritorno di due amatissimi personaggi, da sempre avversari, e la nascita di improbabili alleanze. Ma soprattutto vedremo all’opera come mai prima d’ora la Magia del Caos. Basterà a modificare le sorti del conflitto?

 
Ora basta, sveleremo di più nei prossimi giorni, e ovviamente vi aspettiamo a Modena l’1-2 aprile per darvi un sano assaggio di Apocalisse.

 
Ma se proprio non state più nella pelle, e volete giocarlo in anteprima, allora non fatevi sfuggire l’evento degli amici de La Tavola Rotonda che trovate qui.